Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del PS Christian Levrat, non vede alcun motivo valido di fare dell'asilo un tema di campagna per le elezioni federali di ottobre.

Levrat rimprovera all'UDC di condurre una campagna polemica e di basso livello che se la prende con i rifugiati la cui vita è in pericolo.

Non vi è alcuna ragione per un dibattito acceso sull'asilo, ha dichiarato Levrat in un'intervista pubblicata oggi dal "Bund" e dal "Tages-Anzeiger", rispondendo alla domanda del perché il Partito socialista (PS) non si esprimesse sul tema da diverse settimane. "Il sistema funziona. Accogliamo migliaia di persone". Il tasso elevato di ammissione mostra che i rifugiati che vengono in Svizzera hanno bisogno di protezione, ha detto.

L'Unione democratica di centro (UDC) ha focalizzato tutta la sua campagna delle legislative di ottobre su questo tema. Il presidente dell'UDC, Toni Brunner ha parlato di "falsi rifugiati" e ha invitato le sezioni cantonali e locali a resistere alla creazione di nuovi centri di richiedenti asilo e all'arrivo di nuovi rifugiati.

Ciò che fa l'UDC è "profondamente non svizzero", ha detto Levrat. "Prima l'UDC se la prendeva con i migranti economici. Oggi sobilla contro i rifugiati la cui vita è minacciata". Secondo Levrat, la campagna dei democratici di centro è "talmente di basso livello che non inganna la popolazione".

Le discussioni accese nelle colonne di commenti provengono solo da una "minoranza chiassosa", continua il presidente del PS. Gli sforzi dei Comuni e dei Cantoni non devono essere sottovalutati. "Ma alla fine noi possiamo superare" i problemi.

Levrat invita anche a una visione a lungo termine con i richiedenti asilo, "In Svizzera dobbiamo smettere di pensare che i rifugiati presto ripartiranno". Secondo Levrat occorrerebbe per esempio togliere il divieto di lavorare al fine di assicurare loro una migliore integrazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS