Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito socialista zurighese presenterà l'attuale consigliere nazionale Daniel Jositsch quale suo candidato per il Consiglio degli Stati alle elezioni federali di ottobre. Lo hanno deciso questa sera all'unanimità i delegati riuniti in assemblea.

Il 50enne professore di diritto penale affronta un compito difficile. Dal ritiro di Emilie Lieberherr nel 1983 il PS zurighese non è più riuscito ad inviare un suo rappresentante nella Camera dei cantoni. Otto anni fa la consigliera nazionale socialista Chantal Galladé si era ritirata dopo il primo turno a favore della verde liberale Verena Diener. Quattro anni fa aveva mancato l'obiettivo Thomas Hardegger, quarto al primo turno.

Le elezioni del 18 ottobre agli Stati si preannunciano avvincenti per il ritiro dei due "senatori" uscenti Verena Diener e Felix Gutzwiller (PLR). Con l'ufficializzazione della candidatura di Jositsch, già nota da febbraio, i pretendenti sono saliti a cinque. Gli altri sono Hans-Ueli Vogt (UDC), Ruedi Noser (PLR), Martin Bäumle (GLP) e Bastien Girod (Verdi), il cui nome dovrà ancora essere smentito o confermato dai delegati del partito il 12 maggio. Dal canto suo, il PPD discuterà il 7 maggio se presentare a sua volta un candidato o una candidata. La consigliera nazionale Barbara Schmid-Federer ha già segnalato il suo interesse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS