Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Durante un controllo doganale su un treno che dalla Svizzera entrava in Italia funzionari delle dogane di Como hanno individuato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, due passeggeri cinesi che tentavano di importare illecitamente in Italia denaro contante non dichiarato per oltre 86.000 euro.

Nel rispetto della normativa valutaria, che stabilisce l'obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiore a 10.000 euro, a un passeggero è stato sequestro il 50% dell'eccedenza, l'altro ha pagato 3.641 euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS