BERNA - Numerosi progetti di potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria (Ferrovia 2030) potrebbero essere rinviati alle Calende greche. La lista di quelli previsti dal parlamento è stata suddivisa in due priorità, ma occorrono esami approfonditi.
Tutto dipenderà anche dai fondi a disposizione. Sono previste due varianti di finanziamento: una da 12 e un'altra da 21 miliardi di franchi. L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) e le Ferrovie federali (FFS) hanno annunciato stamani in una conferenza stampa che, oltre ad attingere al Fondo di finanziamento dei trasporti pubblici (Fondo-FTP), si dovranno cercare altre fonti d'entrata.
Possibili soluzioni: una tassa percepita sui titoli di trasporto, una riattribuzione della parte della Tassa sul traffico pesante (TTPCP) destinata ai cantoni, un aumento dell'IVA o un contributo dei cantoni. La procedura di consultazione su Ferrovia 2030 dovrebbe svolgersi nella primavera del 2011.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.