Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le FFS spendono 60 milioni di franchi all'anno per la sicurezza dei passeggeri e l'integrità del materiale, ha indicato ieri sera la televisione svizzero tedesca (SRF), sottolineando che l'ex regia federale non aveva mai pubblicato prima questa cifra.

L'azienda sostiene che i vari provvedimenti adottati nel 2014 hanno permesso di ridurre del 14% gli atti violenza contro clienti e personale.

Le misure sono fondamentalmente di due tipi: da un lato nelle stazioni e sui treni sono istallate oltre 8000 telecamere, dall'altro 120 agenti della Polizia dei trasporti, armati e muniti di giubbotto antiproiettile, pattugliano quotidianamente in divisa e in abiti civili.

Durante la trasmissione informativa 10vor10 di SRF, il comandante Jürg Monhart ha manifestato la convinzione che questi agenti hanno effetto preventivo. Anche la sorveglianza con le telecamere è a suo avviso molto utile: i filmati sono utilizzati in relazione a 3000 reati ogni anno. Secondo dati delle FFS, permettono di delucidare l'80% dei casi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS