Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I controlli del personale delle Officine furono sproporzionati.

KEYSTONE/KARL MATHIS

(sda-ats)

Il 7 maggio 2014, per far fronte ad alcuni furti, le FFS hanno perquisito i dipendenti delle Officine di Bellinzona all'uscita dal lavoro. Secondo il Tribunale amministrativo federale (TAF) la misura è stata sproporzionata.

L'azienda avrebbe potuto scegliere altre modalità di intervento. Le Ferrovie volevano rendere attento il personale al fatto che è vietato prelevare materiale dal posto di lavoro. Secondo il TAF, la cui sentenza è stata pubblicata oggi, avrebbero potuto semplicemente informare i dipendenti, ad esempio attraverso un incontro.

Prima del controllo a sorpresa, i furti alle Officine di Bellinzona non erano aumentati. Quattro dipendenti e i sindacati Unia e Transfair si sono quindi rivolti al TAF per contestare la misura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS