Dieci dei quindici obiettivi che le FFS si erano fissate nel settore infrastruttura non sono stati raggiunti nel 2014: inferiori alle attese sono stati in particolare la qualità, la disponibilità della rete e la produttività. La sicurezza ha ottenuto buoni voti.

Questi risultati sono indicati nel rapporto "Convenzione sulle prestazioni tra la Confederazione e le Ferrovie federali" redatto in marzo dalla divisione infrastruttura delle FFS. Il contenuto del documento, mai divulgato, è stato pubblicato oggi dalla NZZ am Sonntag e confermato all'ats dalla stessa ex regia.

Si apprende così che la manutenzione della rete è costata molto più di quanto preventivato: il costo di rinnovo di un metro di binario è stato in media di 1808 franchi, quando era prevista una spesa di 1486 franchi.

Sono poi stati constatati 4943 difetti ai binari contro un massimo atteso di 1489. Si è inoltre dovuto ricorrere ad autobus sostitutivi del traffico ferroviario molto più spesso di quanto immaginato: questa soluzione è stata adottata nello 0,8% dei chilometri percorsi, l'obiettivo era di 0,19%.

In materia di sicurezza gli obiettivi sono invece stati raggiunti. Nel 2014 c'è stata una sola collisione; il risultato più basso da quando esistono le convenzioni. Anche i deragliamenti sono stati rari.

La convenzione tra Berna e le FFS garantisce all'ex regia 6,6 miliardi di franchi per il periodo 2013-2016 per l'esercizio e la manutenzione della rete. Negoziati sono attualmente in corso per il prossimo periodo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.