Navigation

FFS: macchinisti sotto stress, ne mancano 30 al giorno

Mancano macchinisti. KEYSTONE/TI-PRESS/CARLO REGUZZI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2019 - 18:15
(Keystone-ATS)

Carenza di personale presso FFS: in media ogni giorno mancano 30 macchinisti, una situazione a cui l'azienda cerca di far fronte offrendo 80 franchi ai dipendenti che si presentano durante i giorni liberi. Il sindacato denuncia: già i primi casi esaurimento.

Prendendo posizione su un articolo odierno del Blick ("La carenza di personale rende malati i ferrovieri", è il titolo di prima pagina) un portavoce di FFS ha confermato che in diversi giorni della settimana la situazione "continua ad essere tesa". Questo perché da una parte i macchinisti devono compensare i turni supplementari accumulati in estate, dall'altra perché a Briga (VS) presso FFS Cargo mancano persone a causa di numerosi casi di malattia.

I rappresentanti dei lavoratori lanciano l'allarme. "Vi sono già stati colleghi con sintomi chiari di burnout", afferma il presidente del VSLF Hubert Giger in una newsletter interna. I sindacati puntano anche il dito contro i vertici delle FFS. Secondo il Bruno Zeller, dirigente di Transfair, le numerose ristrutturazioni subite dall'azienda hanno reso il sistema non snello e performante, bensì debole e incline a subire problemi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.