Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cambiamento dell'orario ferroviario del prossimo 13 dicembre comporterà diverse novità soprattutto nell'area di Zurigo, nella Svizzera orientale e in quella romanda. In Ticino sarà potenziata la tratta tra Mendrisio e Stabio.

Su questa tratta ci saranno treni aggiuntivi ogni 30 minuti sull'arco di tutta la giornata. Saranno aumentate anche le corse dirette fra Stabio-Lugano/Bellinzona con due collegamenti la mattina e due convogli nella direzione inversa la sera.

Sull'asse del San Gottardo Trenitalia sostituirà inoltre i vecchi "Cisalpino" ad assetto variabile ETR 470 con i moderni ATR 610.

Il passaggio al nuovo orario sarà il progetto più ambizioso dall'introduzione di "Ferrovia 2000", nel 2004, scrivono le FFS in una nota. I nuovi collegamenti possono già venir consultati sul sito delle FFS e sull'apposita app.

La modifica più importante riguarda l'area metropolitana di Zurigo, dove il nuovo passante ferroviario sarà aperto al traffico di lunga percorrenza e dove sarà realizzata una nuova tappa del completamento della S-Bahn.

Sulla tratta da Ginevra a San Gallo i viaggiatori approfitteranno ad esempio di un più rapido collegamento attraverso il nuovo passante di Zurigo. Su diverse tratte sarà inoltre introdotta la cadenza semioraria.

In Svizzera romanda saranno avviati i lavori del progetto "Léman 2030", che comporteranno moltissime novità. I viaggiatori approfitteranno nel complesso di un maggior numero di collegamenti, ma dovranno in parte cambiare le proprie abitudini.

In molti casi i marciapiedi e gli orari di partenza cambieranno. I viaggiatori saranno informati sulle principali modifiche nelle rispettive regioni attraverso volantini e annunci dagli altoparlanti. Nelle stazioni di tutta la Svizzera saranno inoltre attivi 350 assistenti alla clientela.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS