Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - I sindacati SEV e Transfair hanno annullato la prossima seduta di negoziati con le Ferrovie federali per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro (CCL), in agenda sabato prossimo. La causa va ricercata nell'annuncio, da parte di FFS Cargo, della prossima costituzione di una nuova società per il traffico internazionale merci, che non prevede la conclusione di un CCL per il personale amministrativo.
"Si tratta di una dichiarazione di guerra", afferma il vicepresidente del Sindacato del personale dei trasporti (SEV) Manuel Avallone, citato in una nota. Fintanto che le FFS metteranno in forse i rapporti sociali per la nuova società non ha alcun senso continuare le trattative sul nuovo sistema salariale, rincara il segretario del SEV Philipp Hadorn.
Il presidente del sindacato dei macchinisti Hubert Giger esprime da parte sua il suo scontento in un'intervista alla "Turgauer Zeitung". Da anni - afferma - i macchinisti sono costretti ad effettuare ore supplementari che non possono mai essere recuperate.

SDA-ATS