Navigation

FFS: treni bipiano Bombardier "più stabili e comodi"

Uno dei nuovi convogli a due piani della Bombardier per il traffico a lunga percorrenza (foto d'archivio). KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2019 - 10:59
(Keystone-ATS)

Bombardier sta lavorato intensamente alla soluzione dei problemi ai nuovi treni a due piani forniti alle FFS. In una conferenza stampa convocata stamane a Zurigo, le ferrovie hanno assicurato che i convogli sono ora "più affidabili e comodi".

Dall'introduzione del nuovo orario nel dicembre 2018, il 75% circa delle cause tecniche di malfunzionamento hanno potuto essere eliminate.

Importanti progressi sono stati fatti anche in termini di comfort: l'introduzione di un nuovo software, lo scorso mese di settembre, avrebbe in particolare ridotto le vibrazioni al di sotto dei livelli di altri treni convenzionali a due piani.

Finora Bombardier ha consegnato alle FFS 25 convogli a due piani per il traffico a lunga percorrenza TLP (chiamati "FV-Dosto" in tedesco). La consegna dell'intera flotta, per complessivi 62 treni, ha dovuto essere più volte rimandata ed è ora prevista entro l'estate 2021.

In seguito alle critiche dei mesi scorsi, Bombardier ha creato un sito web apposito: all'indirizzo swissdosto.ch è possibile ottenere informazioni aggiornate sull'introduzione e l'esercizio dei nuovi treni.

I treni a due piani sono stati ordinati nel 2010 per una spesa di 1,9 miliardi di franchi. Si è trattato del più grande appalto nella storia delle ferrovie svizzere. Le consegne sarebbero dovute iniziare già nel 2013, ma i ritardi si sono accumulati. I primi treni sono entrati in servizio nel febbraio 2018 tra Berna e Zurigo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.