Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FFS Cargo si concentrerà in futuro sulla manutenzione del solo parco veicoli merci e affiderà alla divisione Viaggiatori le prestazioni che attualmente garantisce a favore di FFS Infrastruttura. La riorganizzazione interesserà 45 dipendenti attivi nelle sedi di Lonay (VD) e Olten (SO), che dovranno cambiare il proprio luogo di lavoro. Non vi saranno licenziamenti, indica oggi una nota dell'ex regia.

I collaboratori saranno in parte trasferiti allo stabilimento industriale di Bienne (BE) o assumeranno altre funzioni in seno alle divisioni FFS Viaggiatori, Cargo e Infrastruttura, dove le loro conoscenze sono "irrinunciabili", prosegue il comunicato.

Dal 2014, l'intera manutenzione dei circa 2'500 veicoli su rotaia sarà eseguita dalla divisione Viaggiatori. Il coordinamento sarà assunto dallo stabilimento industriale di Bienne, che è specializzato nella manutenzione di veicoli diesel.

La sede biennese assumerà il ruolo di centro di competenza a livello federale e coordinerà gli interventi delle squadre mobili e decentrate in tutto il Paese. Come basi regionali, dislocate nelle tre regioni linguistiche, sono state designate le sedi di Bellinzona e Biasca per il canton Ticino, Zurigo Altstetten per la Svizzera tedesca e Lonay (VD) per quella romanda.

Questa soluzione consente di riunire le unità, attualmente distinte, che si occupano di manutenzione pesante e leggera. Le sinergie che ne derivano consentono di effettuare interventi rapidi e mirati per quanto riguarda la flotta di Infrastruttura e di aumentare la disponibilità dei veicoli, scrivono ancora le FFS.

SEV: riorganizzazione "accettabile"

Secondo il Sindacato del personale dei trasporti (SEV), la riorganizzazione annunciata oggi è "accettabile". Il responsabile dell'informazione del SEV, Peter Moor, ha inoltre precisato all'ats che "32 dei 45 impieghi interessati dalla decisione concernono il sito di Lonay. Quello di Olten consente infatti maggiori alternative". Moor si attende tuttavia dalle Ferrovie federali il "rispetto dei casi particolari"

Dal canto suo il portavoce delle FFS, Frédéric Revaz, ha dichiarato che discussioni su questo aspetto saranno condotte con i dipendenti e i partner sociali. Questi ultimi sono comunque già stati consultati e hanno accompagnato il processo di ristrutturazione, ha aggiunto Revaz.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS