Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I dipendenti di FFS Cargo International dovranno lavorare 18 minuti in più al giorno quest'anno e 12 in più nel 2016. In compenso avranno salario e posto di lavoro garantito sino alla fine del 2017. È la sintesi di un accordo appena raggiunto tra le parti sociali.

"La pressione del franco forte ha indotto FFS Cargo International e le organizzazioni del personale a concordare una convenzione complementare al contratto collettivo di lavoro della durata di due anni per aumentare la produttività del personale", indica una nota congiunta diramata oggi.

La convenzione complementare al CCL prevede quali aspetti centrali l'aumento per il 2015, con effetto retroattivo al mese di febbraio, della durata giornaliera del lavoro dai 492 minuti previsti dal CCL a 510 minuti. Fa un aumento di 18 minuti, ossia di un'ora e mezzo per una settimana di cinque giorni. Per il 2016, la durata giornaliera del lavoro verrà fissata in 504 minuti. Dal 2017 verranno applicate di nuovo le disposizioni del CCL, la cui durata di validità è stata prolungata di un anno. Inoltre, sino a fine 2017 sarà applicata una garanzia salariale e del posto di lavoro per tutti i dipendenti.

"Per garantire al personale un riposo adeguato", verranno riconosciuti almeno 7 giorni liberi al mese, anziché gli attuali 6. Anche i quadri aziendali "verranno coinvolti nei sacrifici", sotto forma di una rinuncia salariale dal 2 all'8 per cento.

La convenzione regola inoltre la compensazione di ore negative e lo svolgimento dei colloqui di valutazione personale. Per compensare il proprio impegno, i dipendenti riceveranno a fine 2017 e 2018 un premio alla prestazione corrispondente, in totale, all'1,7 per cento del salario base annuo.

FFS Cargo International informerà ogni trimestre le parti contraenti sull'evoluzione degli introiti e, qualora dovesse rivelarsi positiva, si procederà ad una verifica della convenzione, conclude la nota.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS