Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le FFS stanno valutando fornitori alternativi a Bombardier

KEYSTONE/dpa/A3464/_RAINER JENSEN

(sda-ats)

Le Ferrovie federali svizzere stanno valutando fornitori alternativi a Bombardier per far fronte ai ritardi registrati dal costruttore canadese nel consegnare i treni ordinati.

Lo ha indicato portavoce delle FFS Donatella Del Vecchio confermando una notizia diffusa da SonntagsZeitung e Matin Dimanche.

Secondo l'addetta stampa questo modo di procedere non è insolito. "Nell'ambito di una gestione rigorosa un'impresa deve pianificare differenti scenari, per poter reagire agli imprevisti", ha spiegato. Lo stesso approccio è già stato usato per l'acquisizione di altro materiale rotabile.

Del Vecchio non precisa peraltro i contorni del piano B delle FFS. Stando ai due domenicali il fabbricante turgovisese Stadler Rail avrebbe effettuato uno studio di fattibilità e avrebbe proposto i suoi treni: un'informazione che le Ferrovie federali non confermano.

Come noto nel 2010 Bombardier, superando i rivali Siemens e Stalder, si era aggiudicata il "contratto del secolo" messo a concorso dalle FFS per la fornitura di 62 treni a due piani per un totale di circa 2 miliardi di franchi. La consegna dei convogli è però stata ritardata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS