Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il comitato etico della FIFA ha deciso di sospendere per otto anni dal mondo del calcio il presidente della stessa Fifa Joseph Blatter e il suo vice, nonché presidente dell'UEFA, Michel Platini. La ha annunciato il comitato etico della FIFA in una nota.

A Blatter è stato rimproverato di aver versato nel 2011 a Platini un compenso ingiustificato di 2 milioni di franchi per una consulenza svolta per la FIFA fra il 1999 e il 2002. La commissione etica ha anche condannato Blatter al pagamento di una multa di 50 mila franchi e Platini di 80 mila.

La Commissione etica non ha quindi giudicato convincenti le spiegazioni di Blatter e di Platini. Le loro affermazioni relative a un accordo orale non sono state convincenti. I due - che erano già stati sospesi dal mondo del calcio in attesa della sentenza - si sono sempre detti innocenti e convinti di non aver commesso illeciti.

Contro la decisione del Comitato etico della FIFA potranno presentare appello alla FIFA e poi anche dinanzi alla Corte arbitrale per lo sport. La tempistica del ricorso rischia tuttavia di impedire a Platini di candidarsi alla presidenza della FIFA il 26 febbraio prossimo.

"Trattato come un punching-ball"

"Sono triste per il calcio e per la FIFA". Queste le prime parole di Blatter dopo la squalifica. "Sono stato trattato come un punching-ball", ha detto in conferenza stampa, annunciando "andremo in appello".

"Sono un cittadino svizzero - ha aggiunto - Per la legge svizzera se uno viene sospeso per 8 anni deve avere commesso qualcosa di molto molto grave. Ho intenzione di continuare a combattere. Ricorrerò in appello al Tas e alla giustizia Svizzera".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS