Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuova ondata di arresti in Svizzera in relazione alla Fifa: le autorità si sono mosse stamattina nell'ambito della vasta indagine condotta dagli Stati Uniti sulla corruzione nell'organizzazione sportiva.

Secondo quanto riporta il New York Times, oltre dieci tra funzionari ed ex funzionari del calcio internazionale sono stati fermati dalla polizia.

In un comunicato la Fifa ha confermato "azioni" della giustizia americana, aggiungendo "continuerà a cooperare pienamente" con gli investigatori americani e svizzeri. Da parte sua la polizia di Zurigo si è limitata a dire che sta prendendo misure nel quadro dell'inchiesta su mandato dell'Ufficio federale di giustizia (UFG).

Stando al New York Times alcuni degli arresti sarebbero avvenuti nello stesso hotel di lusso dove altri funzionari della Federazione internazionale di calcio erano stati arrestati a maggio. Alle 6 del mattino ora locale, la polizia sarebbe entrata da una porta laterale: e il direttore dell'hotel ha chiesto agli ospiti di lasciare la struttura a causa di "una situazione estrema".

Le persone arrestate sarebbero accusate tra l'altro di associazione a delinquere, riciclaggio di denaro e frodi, hanno detto le autorità. Secondo fonti vicine all'inchiesta, i nuovi arresti sarebbero legati in particolare al calcio del Sud e Centro America. Funzionari di polizia affermano che tra gli arrestati non risulterebbe il presidente della Fifa Sepp Blatter.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS