Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diversi grandi sponsor della Federazione internazionale di calcio (FIFA) - tra cui Coca Cola, McDonald's, Visa e Anheuser-Busch (Budweiser) - hanno chiesto a Sepp Blatter di dimettersi immediatamente.

"Ogni giorno che passa, l'immagine e la reputazione della FIFA continua a macchiarsi", si legge in un comunicato di Coca Cola, la prima a chiedere le dimissioni. "La FIFA ha bisogno di una riforma globale e urgente, che può essere realizzata solo attraverso un approccio realmente indipendente", aggiunge la nota.

"Gli eventi delle ultime settimane - afferma da parte sua McDonald's - hanno continuato a diminuire la reputazione della FIFA". Per Visa "dopo i recenti avvenimenti è chiaro che per la FIFA sarebbe meglio che Blatter rinunci immediatamente".

Ma Sepp Blatter non ha intenzione di dimettersi immediatamente da presidente della FIFA: "anche se la Coca-Cola è un prezioso sponsor della FIFA", ha fatto sapere da New York l'avvocato del dirigente elvetico, Richard Cullen, "il signor Blatter è in rispettoso disaccordo con questa posizione e ritiene che lasciare l'incarico non sarebbe nel miglior interesse della FIFA, né farebbe avanzare il processo di riforma. Per questo non si dimetterà".

La richiesta delle multinazionali è arrivata a una settimana dall'apertura di un'indagine penale su Blatter per corruzione. Le dimissioni del presidente della FIFA, annunciate e parzialmente ritirate, dovrebbero diventare effettive solo il 26 febbraio, con il congresso straordinario per l'elezione del suo successore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS