Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Consegnati dossier su casi di corruzione

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

La Fifa ha comunicato di aver consegnato alle autorità svizzere il dossier di 1.300 pagine frutto di una indagine interna portata avanti per far chiarezza sui casi di corruzione che hanno colpito l'organo di autogoverno del calcio mondiale.

Una nota spiega che è stato portato a termine un lavoro durato 22 mesi; 20mila le pagine di documenti consultate per chiarire l'inchiesta per corruzione portata avanti dalle autorità elvetiche e quelle statunitensi con l'arresto e il rinvio a giudizio di 40 funzionari tra cui vicepresidenti della Fifa e i vertici di diverse confederazioni.

L'esplosione delle inchieste nel 2015 portò alla caduta del presidente Joseph Blatter prima sospeso e poi squalificato dal Comitato etico della Fifa per la vicenda dei due milioni di franchi pagati a Michel Platini per una consulenza.

"La Fifa si è impegnata a condurre un'indagine approfondita e completa dei fatti in modo che potessero emergere le responsabilità dei colpevoli e al fine di cooperare fattivamente con le autorità competenti", ha spiegato il presidente della Fifa, Gianni Infantino.

La Fifa ha inoltre fatto sapere che non renderà pubblici i dettagli del dossier per non inficiare le indagini ancora in corso, quella in Svizzera su presunte irregolarità nell'assegnazione dei Mondiali del 2018 e del 2022 e quella negli Usa per corruzione in relazione al marketing e ai diritti tv sui tornei di calcio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS