Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Fifa ha deciso di tagliare la remunerazione che ancora percepisce il presidente Joseph Blatter, squalificato per 8 anni, per non aver rispettato i suoi compiti di controllo.

Lo ha riferito un portavoce della Commissione Audit e Conformità della Fifa al quotidiano tedesco "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

"L'obbligo del controllo è esplicitamente incluso nella lista degli obiettivi per i quali vengono pagati i bonus", ha detto il portavoce Andreas Bantel al giornale. "La Commissione ha deciso per questo, nella sua ultima sessione, di smettere di pagare i bonus a Blatter".

Anche se è stato sospeso alla fine di dicembre per otto anni da parte del comitato etico della Fifa, Blatter continuerà a ricevere il suo stipendio come presidente dell'organizzazione fino alla fine del suo mandato. "Blatter è il presidente eletto fino alle elezioni del 26 febbraio e per contratto ha il diritto a percepire il suo onorario", ha spiegato Bantel, senza specificare la quantità di denaro che riceve.

Secondo il quotidiano tedesco, le infrazioni in materia di controllo che vengono imputate a Blatter riguardano le irregolarità oggetto di indagine dell'ex segretario generale Jérôme Valcke, che è stato licenziato la scorsa settimana dalla Fifa. Valcke, considerato il braccio destro di Blatter, ha ricoperto la carica di segretario generale dal 2007 ed è sospettato di aver fatto da intermediario per un pagamento di dieci milioni di dollari fatto dal Sudafrica prima della Coppa del Mondo che ha organizzato nel 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS