Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vladimir Putin è "politicamente responsabile" della morte di Boris Nemtsov, l'ex vicepremier russo divenuto oppositore del Cremlino ucciso il 27 febbraio in un agguato a due passi dalla piazza Rossa. Lo afferma alla Bbc una delle figlie, Zhanna Nemtsova.

Dopo quel delitto "tutti sono intimoriti" in Russia, ha aggiunto la giovane donna, definendo suo padre la figura "più in vista" fra coloro che criticavano il presidente. Secondo Zhanna, Nemtsov aveva un solo avversario - Putin - e la sua morte lascia "l'opposizione decapitata".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS