Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Michael Bloomberg aveva già dato il suo sostegno a Barack Obama.

Keystone/AP/CHARLES DHARAPAK

(sda-ats)

Il tre volte sindaco di New York, Michael Bloomberg, darà il suo endorsement a Hillary Clinton intervenendo alla convention democratica di Filadelfia. Lo ha annunciato il suo consigliere.

Per Bloombreg, che a lungo ha meditato l'ipotesi di scendere in campo per le presidenziali come indipendente, Hillary Clinton è la migliore scelta per gli elettori moderati - afferma il New York Times che ha parlato con l'entourage del miliardario a capo di un impero dell'informazione.

La notizia dell'endorsement di Bloomberg non era così scontata, visto che l'ex sindaco di New York non è più un membro del partito democratico dal 2000, essendo stato eletto nel 2002 sindaco della Grande Mela nelle fila dei repubblicani. In seguito divenne indipendente.

Bloomberg interverrà in prima serata alla convention di Filadelfia mercoledì, lo stesso giorno di Barack Obama e Joe Biden. Un trattamento d'onore ed inusuale - sottolinea il NYT - per una persona che non appartiene al partito. Spiegherà il suo punto di vista di uomo d'affari sull'attuale situazione del Paese. Una visione - si sottolinea - molto differente da quella di un altro businessman, Donald Trump.

Intanto Bloomberg - fanno sapere sempre dal suo staff - ha promosso la scelta di Tim Kaine candidato vicepresidente fatta dalla Clinton. Nel 2012 l'ex sindaco di New York diede il suo endorsement a Barack Obama.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS