Navigation

Filippine: incendio grande magazzino, 17 impiegati morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2012 - 09:11
(Keystone-ATS)

È salito da 11 a 17 vittime il bilancio dell'incendio che nella notte ha distrutto un grande magazzino di Buran, nel sud delle Filippine. Erano tutti addetti alle vendite sorpresi dalle fiamme mentre dormivano nell'edificio. Una pratica corrente nel Paese del sud est asiatico dove un quarto della popolazione vive con un dollaro al giorno.

Tre impiegati si sono salvati gettandosi da una finestra del secondo dei tre piani dello stabile, spiegano i vigili del fuoco dell'isola meridionale di Mindanao: "Ventuno persone stavano dormendo al secondo piano quando al piano terra è scoppiato l'incendio: non hanno trovato le uscite d'emergenza a causa del denso fumo nero", aggiungono le fonti.

"Appena ho visto le fiamme sono scappata. C'era tanto fumo", ha raccontato una giovane di 21 anni riuscita a mettersi in salvo che ha riportato delle ustioni sulle braccia. Una cassiera di 22 anni, Mylene Tolo, ha detto di essere stata svegliata da una "forte esplosione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?