Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I sopravvissuti dei tifoni che si sono abbattuti sulle Filippine hanno presentato una denuncia alla Commissione per i diritti umani di Manila contro i grandi inquinatori, accusati di provocare cambiamenti climatici catastrofici violando così i diritti umani.

La denuncia, presenta insieme a diversi esponenti della società civile, è la prima al mondo di questo genere e mira a ottenere l'apertura di un'indagine che determini le responsabilità delle cinquanta maggiori aziende che emettono gas serra per l'impatto delle loro attività economiche sul clima globale - sottolinea Greenpeace.

"Dai Paesi Bassi agli Stati Uniti, i cittadini iniziano a ricorrere ai tribunali per spingere i governi a prendere misure in difesa del clima", ha dichiarato Zelda Soriano, consigliere giuridico e politico di Greenpeace South East Asia. "Ci auguriamo che la Commissione dei diritti umani delle Filippine compia un passo coraggioso, riconoscendo che le grandi aziende inquinanti sono in gran parte responsabili della crisi climatica".

"Anche la Chiesa, ispirata da Papa Francesco, sosterrà questa denuncia per violazione dei diritti umani", ha affermato Edwin Gariguez, segretario esecutivo della Caritas Filippine e vincitore del Goldman Environmental Prize.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS