Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Potrebbero essere oltre 1.200 i morti causati dal supertifone Haiyan (localmente si chiama Yolanda) nelle Filippine. Lo afferma la Croce Rossa, precisando di aver ricevuto rapporti sulle vittime a Tacloban e nella provincia di Samar.

La Croce rossa della Filippine ha stimato che oltre 1000 persone sono morte nella città costiera di Tacloban e almeno 200 nella provincia di Samar. "Oltre 1000 corpi, secondo le stime, sono stati visti galleggiare a Tacloban, come hanno riferito i nostri team. In Samar circa 200", ha detto Gwendolyn Pang, segretaria generale della Croce rossa filippina, alla Reuters, aggiungendo che il bilancio è in corso di verifica.

Intanto il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Barroso esprime "tristezza" e "solidarietà", e porge le "condoglianze" per le vittime del tifone Haiyan in un messaggio al presidente delle Filippine Benigno Simeon Aquino.

"La Commissione Ue ha già inviato una squadra in supporto alle autorità filippine - scrive - e siamo pronti a contribuire con soccorso urgente e assistenza se richiesto in queste ore di necessità".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS