Centinaia di migliaia di filippini hanno passato la notte nei centri d'evacuazione per sfuggire al primo tifone della stagione che si è abbattuto sull'arcipelago, 'Rammasun', il cui occhio è passato stamani sul sud di Manila.

Rammasun, 'Dio del tuono' in thailandese, è stato accompagnato da venti che hanno raggiunto i 250 km orari quando ha colpito le isole orientali delle Filippine, ieri sera.

Il bilancio delle vittime è al momento di un morto e tre dispersi: una donna è rimasta uccisa dal crollo di un palo della luce sull'isola di Samar, mentre i dispersi sono tre pescatori.

Circa 450'000 persone hanno dovuto lasciare le loro abitazioni e cercare rifugio nei centri d'evacuazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.