Navigation

Filippine: tifone su isole Visayas, salgono a 41 i morti

Danni causati dal tifone nelle Filippine. KEYSTONE/EPA/FRANCIS R. MALASIG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 dicembre 2019 - 10:01
(Keystone-ATS)

Si aggrava a 41 morti il bilancio delle vittime del tifone che il giorno di Natale si è abbattuto, devastandole, sulle isole Visayas, nel centro dell'arcipelago delle Filippine, destinazione turistica assai gettonata. Lo riferiscono i media locali.

I soccorritori sono ancora alla ricerca di dodici persone che risultano disperse. "Speriamo di non trovare più morti", ha detto Mark Timbal, portavoce dell'agenzia nazionale per la gestione delle catastrofi. Quest'ultima ha stimato che il ciclone ha danneggiato 260.000 case e costretto quasi 100.000 persone a lasciare le proprie abitazioni e a sistemarsi nei rifugi di emergenza.

Il governo filippino stima che questa potente tempesta tropicale abbia causato danni per 21 milioni di dollari nel settore agricolo e alle infrastrutture. In alcune zone colpite dal tifone, che era accompagnato da raffiche di vento che raggiungevano i 200 km orari, le linee elettriche e la rete internet sono state messe fuori uso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.