Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

HONG KONG - Il capo del governo di Hong Kong, Donald Tsang, ha confermato che sette suoi concittadini sono rimasti uccisi oggi nel sequestro di un autobus turistico a Manila e ha criticato le autorità filippine per la gestione della vicenda.
Citando dati forniti dal ministero degli esteri cinese, Tsang ha detto che dei 15 passeggeri dell'autobus sette sono morti, due sono rimasti feriti in modo grave e altri sei sono ancora in ospedale, in condizioni non precisate.
Il leader di Hong Kong ha definito la presa di ostaggi "una terribile tragedia" e si è detto "deluso" dal "modo in cui è stata gestita, in particolare nel suo epilogo".
Le teste di cuoio hanno compiuto un blitz contro il bus, uccidendo il sequestratore, l'ex poliziotto Rolando Mendoza, il quale in precedenza aveva ucciso alcuni ostaggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS