Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quest'anno i film svizzeri hanno riscontrato un grande successo in termini di quote di mercato e di entrate, le più alte dopo il trionfo di "Die Herbstzeitlosen" nel 2006. Per la prima volta dal 1995 l'ammontare di incassi per pellicole elvetiche ha superato il milione di franchi. Mentre i "blockbuster" americani si sono indeboliti, il mercato delle produzioni indigene è aumentato dal 4,7% al 8,5%.

"Il cinema svizzero ha il suo pubblico fedele", spiega Ivo Kummer, capo della sezione cinema dell'Ufficio federale della cultura (UFC), che si rallegra soprattutto dell'ampia gamma di film usciti quest'anno: dal dramma "Treno di notte per Lisbona" alla commedia "Achtung, Fertig, WK!" fino a documentari come "Enemies in Love". I nuovi meccanismi della politica cinematografica 2012-2015, che implicano in special modo "lo sviluppo dell'aiuto legato al successo", hanno dunque quest'anno manifestato pienamente i loro effetti.

Attualmente, quasi ogni settimana esce nelle sale una produzione elvetica. Un fenomeno che può però essere un'arma a doppio taglio, dichiara Kummer, che parla di "cannibalismo". Per alcuni la situazione è frustrante, ma in generale il cinema svizzero acquista così visibilità.

Quest'anno, sono state inoltrate alla sezione cinema dell'UFC 536 richieste di sostegno - in linea con i numeri degli anni passati - mentre le richieste per serie televisive sono diminuite da 66 a 48. Inoltre, grazie in parte anche a sovvenzioni federali, si è evitata la chiusura di numerose piccole sale: il 98% dei cinema ha potuto equipaggiarsi di apparecchiature di alta tecnologia che costavano dagli 80'000 ai 100'000 franchi. Kummer sottolinea l'importanza dei cinema di campagna: "è solo così che si ottiene una diversificazione dell'offerta".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS