Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attenzione alle conseguenze dello scambio automatico di informazioni fiscali: l'avvertimento è di Patrick Raaflaub, direttore dell'autorità di sorveglianza dei mercati finanziari FINMA.

Lo scambio automatico, afferma Raaflaub in un'intervista alla "SonntagsZietung", oggi come oggi non è una condizione standard dell'OCSE, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. E se la Svizzera vuole fare da apripista in questo campo, la piazza finanziaria elvetica ne potrebbe risentire.

L'automaticità degli scambi di dati fiscali, spiega ancora Raaflaub, è una questione politica sulla quale l'autorità di sorveglianza non può intervenire. La FINMA ritiene comunque che gli standard dell'OCSE costituiscano un buon punto di riferimento. "Fintantoché li rispettiamo non facciamo sicuramente nulla di sbagliato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS