Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha aperto una procedura di fallimento della banca privata zurighese Hottinger & Cie. L'istituto rischia il sovraindebitamento.

Il ricorso alla Garanzia dei depositi delle banche svizzere (Esisuisse) non dovrebbe essere necessario.

La banca specializzata nella gestione patrimoniale con sede principale a Zurigo e una filiale importante a Ginevra presenta una somma di bilancio di circa 145 milioni di franchi e conta circa 1'500 clienti e circa 50 dipendenti.

Un risanamento è stato valutato in maniera approfondita, ma non è risultato possibile, spiega la FINMA in un comunicato odierno. Quest'ultima ha constatato che in seguito a continue perdite e a vertenze legali irrisolte la banca è scesa sotto il capitale minimo richiesto dalla legge. A causa dei costi di liquidazione sussistono inoltre preoccupazioni circa un sovraindebitamento.

L'obiettivo primario della FINMA è la protezione dei depositanti. Il liquidatore si occuperà per prima cosa del rapido rimborso dei patrimoni fino a 100'000 franchi (depositi privilegiati), viene spiegato. In base ai calcoli attuali ciò sarà interamente possibile con i mezzi esistenti, quindi senza coinvolgere Esisuisse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS