Navigation

Firenze: campanile Giotto, da primi controlli nessuna criticità

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 aprile 2012 - 19:49
(Keystone-ATS)

Nessuna criticità per le superfici marmoree esterne del Campanile di Giotto di Firenze dai controlli finora effettuati: il frammento della tarsia di marmo caduto venerdì scorso "era un elemento singolo, la sua caduta era imprevedibile, e le parti ispezionate sono da considerarsi in sicurezza".

È quanto spiega l'Opera di Santa Maria del Fiore in merito al monitoraggio del Campanile, già in calendario e partito stamani con la gru più alta d'Italia: ha un braccio di 104 metri. La campagna di controlli, effettuata ogni anno e in parte già svolta a marzo scorso, riguarda anche la Cupola del Duomo.

Dopo quanto accaduto venerdì, il monitoraggio con la gru alta 104 metri, che da programma avrebbe dovuto interessare solo le superfici della sommità del Campanile e della Cupola, è stato esteso a tutta la superficie dei due monumenti, anche nelle parti già ispezionate nei precedenti controlli di un mese fa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?