Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Come previsto, l'accordo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act), referendum permettendo, entrerà in vigore il 1° luglio 2014 anziché il prossimo 1° gennaio. Lo annuncia il Dipartimento federale delle finanze (DFF) in una nota precisando che Svizzera e USA hanno formalmente adeguato l'intesa.

Già durante i dibattiti in parlamento era emerso che l'introduzione delle nuove regole sarebbe probabilmente slittata di sei mesi. Per questo motivo le Camere, nell'approvate l'accordo, avevano deciso di lasciare al Consiglio federale la competenza di fissarne la data di entrata in vigore.

Il ministero delle finanze statunitense aveva già comunicato il 12 luglio scorso un rinvio dell'introduzione di FATCA di sei mesi per gli istituti finanziari esteri. Dato che l'accordo tra Berna e Washington conteneva la data del 1° gennaio, questo ha dovuto essere modificato. L'adeguamento, precisa il DFF, è avvenuto tramite uno scambio di note.

Grazie a FATCA, Berna e Washington instaurano un quadro giuridico per regolare la tassazione dei futuri conti detenuti da cittadini americani in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS