Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'accordo fiscale tra la Svizzera e la Germania "è di fatto morto", secondo il ministro delle finanze della Sassonia-Anhalt, Jens Bullerjahn, socialdemocratico. Il testo avrebbe potuto avere un'opportunità - dichiara alla "SonntagsZeitung" - se il governo di Angela Merkel lo avesse presentato nel quadro di un pacchetto fiscale.

Il governo tedesco di coalizione di centrodestra non è però pronto ad un simile compromesso, rileva Bullerjahn, che aggiunge: se non ci saranno nuovi elementi il testo non verrà da lui approvato nel Bundesrat, la camera dei rappresentanti dei Länder, dove c'è una maggioranza di sinistra.

Quanto al ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble, che ha condannato l'acquisto di CD con i dati fiscali di cittadini tedeschi, Bullerjahn afferma: un divieto di acquisto può essere emanato solo se Svizzera e Germania trovano una soluzione per lo scambio automatico di informazioni e di armonizzazione fiscale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS