Navigation

Fisco: confronto Italia-Svizzera, nuovo round a novembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2012 - 19:38
(Keystone-ATS)

Continuano i contatti tra Italia e Svizzera per raggiungere un'intesa fiscale che consenta di tassare i capitali esportati illegalmente nelle banche elvetiche. Gli 'sherpa' dei due paesi si sono incontrati per due giorni a Roma e, secondo quanto ha appreso l'agenzia stampa Ansa, l'analisi del dossier proseguirà a metà novembre in Svizzera.

Roma sta lavorando ad un accordo e punta a chiudere il prima possibile, ha detto la scorsa notte il ministro dell'economia italiano Vittorio Grilli a Città del Messico, a margine del G20 dei ministri economici. "All'Italia interessa che si rispettino le regole di trasparenza, non abbiamo motivi per credere che non possa essere fatto un accordo all'interno di quelle regole", ha aggiunto.

Alla domanda se si possa chiudere entro fine anno, Grilli ha spiegato: "È un negoziato. Ci stiamo impegnando per farlo arrivare a maturazione nel più breve tempo possibile, è difficile dire se sarà entro l'anno o no".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?