Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - Il governo tedesco sembra propenso ad acquistare i dati bancari che ha ricevuto in offerta su presunti evasori fiscali provenienti dalla Svizzera.
Stando a un portavoce del Ministero delle finanze, Berlino si muoverà sulla scia di quanto successo col Liechtenstein all'inizio del 2008, quando i servizi segreti esteri tedeschi (Bnd) hanno comprato liste di nomi da un ex dipendente della banca Lgt per 4,2 milioni di euro.
Prima di tutto - ha detto oggi il portavoce del ministro Wolfgang Schäuble stando all'agenzia tedesca Dpa - occorre fare chiarezza dal profilo giuridico.
Proseguono intanto le speculazioni sull'origine dei dati. Secondo il "Financial Times", l'informatore che ha offerto al fisco tedesco una lista con i dati riguardanti i conti bancari posseduti in Svizzera da 1'500 contribuenti tedeschi, è un dipendente di una filiale di Ginevra della banca britannica HSBC. Stando allo "Spiegel" si tratterebbe di Hervé Falciani, l'informatico che rubò dati bancari presso la succursale ginevrina e li offrì alla Francia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS