Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La Svizzera non è più sulla lista nera che il Brasile ha dedicato ai paradisi fiscali. In cambio le autorità elvetiche hanno garantito a Brasilia che discuteranno un nuovo accordo sulla doppia imposizione.
Mario Tuor, della Segreteria di stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI), ha dichiarato oggi all'ATS che la Confederazione ha cercato "diversi modi" per risolvere il problema. La Svizzera era stata inserita sulla lista nera ad inizio giugno, verosimilmente a causa dei problemi nell'accordo con gli Stati Uniti nell'ambito della questione UBS.
Alcuni parlamentari borghesi avevano infatti messo in guardia da un possibile "no" sul rilascio di dati dei clienti UBS agli Stati Uniti evocando l'atteggiamento assunto dal Brasile nei confronti della Svizzera. Taluni hanno visto la decisione brasiliana come una conseguenza delle controversie relative all'accordo.

SDA-ATS