Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le trattative in vista di un accordo fiscale tra Svizzera e Grecia avrebbero ripreso e sarebbero persino prossime al compimento, indica oggi l'agenzia di stampa tedesca Dpa. Il Dipartimento federale delle finanze (DFF), contattato dall'ats, non ha fornito informazione alcuna.

Il viceministro delle finanze ellenico George Mavraganis sarebbe oggi a Berna per gli ultimi negoziati, scrive la Dpa. Secondo informatori in seno al ministero delle finanze greco, le trattative sarebbero quasi ultimate, aggiunge l'agenzia tedesca, precisando che la firma è prevista per la fine di settembre.

L'accordo con la Grecia ha come modello quelli già firmati con altri Paesi, come Austria, Gran Bretagna e Germania. Si tratta fondamentalmente di regolarizzare per il fisco greco i patrimoni di cittadini ellenici depositati in banche svizzere. Le trattative tra Berna e Atene erano iniziate lo scorso anno. Durante il difficile periodo di formazione di un governo greco erano poi state sospese. Sull'ammontare dei fondi ellenici in Svizzera i media greci forniscono stime molto divergenti, che variano dai 2 ai 200 miliardi di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS