Navigation

Fitch: USA; rischio rating AAA senza accordo tasse-spesa

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2012 - 19:43
(Keystone-ATS)

Ci sono "rischi significativi" per il rating AAA degli Usa se non verrà affrontato il fiscal cliff, ovvero l'aumento delle tasse e la stretta della spesa a partire da fine anno. Senza un piano entro la prima metà del 2013 ci sono significativi rischi. Lo dice il direttore dei rating sovrani di Fitch David Riley a Bloomberg TV.

La "cosa più importante per noi è l'unità di Washington", è "più importante" questo che una vittoria alle elezioni del presidente americano Barack Obama o del candidato Mitt Romney. Una Washington unita può risolvere il fiscal cliff, con il quale gli Stati Uniti rischiano di scivolare in "recessione", afferma Riley.

Riley precisa che ci sono due punti di forza che sostengono il rating 'AAÀ degli Stati Uniti e che l'altra nota positiva èil mercato immobiliare che mostra segnali di ripresa. Gli Stati Uniti "devono affrontare il problema delle tasse e della spesa" mette in evidenza Riley riferendosi al 'fiscal cliff': "devono assumere alcune decisioni al riguardo. C'è bisogno di un piano per gestire il debito". "Se non ci sarà un piano per la prima metà del 2013 ritengo ci siano significative minacce per il rating americano".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?