Navigation

Floyd: Usa, abbattuta e bruciata statua generale confederato

A Washington è stata abbattuta e rimossa la statua del generale confederato Albert Pike KEYSTONE/EPA/MICHAEL REYNOLDS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 giugno 2020 - 08:10
(Keystone-ATS)

Un gruppo di dimostrati ha abbattuto e bruciato ieri l'unica statua di un generale confederato a Washington DC, un gesto definito "vergognoso" dal presidente americano Donald Trump.

Le immagini, trasmesse nella tarda serata di ieri dall'emittente tv ABC7 News, mostrano la statua di Albert Pike mentre viene rimossa con una corda e riprendono i dimostrati che appiccano il fuoco all'effigie al grido di "black lives matter".

Poco dopo, in un tweet Trump ha condannato l'episodio, commentando che la polizia della capitale "non sta facendo il suo lavoro perché sta a guardare mentre una statua viene abbattuta e incendiata. Questa gente dovrebbe essere immediatamente arrestata. Una vergogna per il nostro Paese!".

Numerose statue di generali confederati sono state abbattute finora negli Stati Uniti da dimostranti in segno di protesta contro il razzismo, la violenza della polizia e l'ingiustizia.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.