Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte di giustizia francese ha deciso di rinviare a giudizio il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, per l'accusa di negligenza nel caso dell'arbitrato che ha chiuso il lungo contenzioso tra l'uomo d'affari Bernard Tapie e la banca Credit Lyonnais.

Lo rivela il sito Internet Mediapart.

Secondo le rivelazioni di Mediapart, sito specializzato in inchieste giornalistiche su vicende in cui si mescolano giustizia e politica, la Corte avrebbe deciso di non seguire le indicazioni della procura, che aveva chiesto per la Lagarde il non luogo a procedere.

La Corte di giustizia della Repubblica francese giudica i comportamenti dei membri del governo nell'esercizio delle loro funzioni. In questo caso, si occupa di una vicenda che risale al periodo in cui Christine Lagarde era ministro dell'Economia.

"Il board continua a esprimere fiducia nella capacità del direttore generale di portare avanti i suoi compiti in modo efficace. Il board continuerà a essere aggiornato sul caso" afferma il Fmi, sottolineando che "non è appropriato commentare su un caso che è stato ed è ancora davanti alla giustizia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS