Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Fondo monetario internazionale (FMI) ritocca lievemente al ribasso le stime per l'economia globale nel 2012 e nel 2013. Quest'anno, secondo l'aggiornamento del World Economic Outlook, l'economia mondiale crescerà del 3,5% (0,1 punti percentuali in meno rispetto alle stime di aprile) e nel 2013 del 3,9% (-0,2 punti).

Per gli Usa l'FMI rivede al ribasso di 0,1 punti percentuali sia le stime 2012 sia quelle del 2013 a rispettivamente +2,0% e +2,3%. Per l'area euro le stime di crescita vengono portate a +0,7% nel 2013, ovvero 0,2 punti percentuali in meno rispetto ad aprile. Nel 2012 il Fondo conferma una contrazione dello 0,3%.

Più in dettaglio, l'economia spagnola si contrarrà dell'1,5% nel 2012 (stime confermate rispetto ad aprile) e dello 0,6% nel 2013 (-0,7 punti percentuali rispetto ad aprile). Anche le stime per il pil francese sono state lievemente ribassate, al +0,3% nel 2012 e al +0,8% nel 2013, rispettivamente 0,1 e 0,2 punti percentuali in meno rispetto ad aprile. Per l'Italia le stime restano invariate: l'economia della Penisola si contrarrà quest'anno dell'1,9% e nel 2013 dello 0,3%. Il pil tedesco è stato invece rivisto al rialzo di 0,4 punti percentuali per il 2012, a +1%, e al ribasso per il 2013 (+,4%, -0,1 punti percentuali).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS