Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) ha approvato lo scorso anno 2900 progetti per un ammontare complessivo di 707 milioni di franchi, il 6% in più rispetto al 2008.
Il 38% dei fondi - indica il rapporto annuale pubblicato oggi - è stato destinato alla biologia e alla medicina, il 37% alla matematica, alle scienze naturali e all'ingegneria, e il 25% alle scienze umane e sociali.
Il FNS afferma che negli ultimi anni le richieste di sussidio sono in costante aumento: si tratta di un'evoluzione "rallegrante che dimostra il dinamismo della piazza scientifica svizzera".
"Il rapporto tra le richieste inoltrate e i sussidi accordati, secondo il FNS, si è tuttavia degradato dell'8% rispetto al 2008". La competizione per assicurarsi i fondi continua a crescere e il FNS è costretto - per motivi finanziari - a rifiutare progetti che dal punto di vista scientifico avrebbe volentieri sostenuto. Senza un rafforzamento delle risorse finanziarie, indica il FNS, il vigore della ricerca elvetica rischia di essere ostacolato.

SDA-ATS