Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel condannare all'unanimità la decapitazione del giornalista americano James Foley, i membri del Consiglio di Sicurezza dell'Onu hanno fatto appello a tutti gli Stati perché collaborino con gli Stati uniti e altre autorità competenti per portare davanti alla giustizia i responsabili.

In una dichiarazione alla stampa, i Quindici hanno sottolineato che l'"Isis deve essere distrutto" e che "la violenza, l'intolleranza e l'odio abbracciati dallo Stato Islamico devono essere sradicati".

I membri del Consiglio chiedono nella dichiarazione "l'immediato rilascio senza alcuna condizione di tutti gli ostaggi nelle mani di Isis, al Nusra e di tutti gli altri individui, gruppi o entità associati con al Qaeda". La dichiarazione è stata approvata sotto la presidenza di turno britannica.

A fine settembre, sotto la presidenza degli Stati Uniti e in coincidenza con il segmento ad alto livello dell'Assemblea Generale, una riunione del Consiglio presieduta da Barack Obama si occuperà della minaccia posta da cittadini occidentali che si uniscono alla jihad, come il miliziano dall'accento britannico britannico che ha recitato la condanna a morte di Foley nel video della decapitazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS