La decisione di bloccare Telegram in Russia è "anticostituzionale" e "indebolirà la sicurezza nazionale russa" poiché "una parte" dei dati personali dei russi passerà a WhatsApp e Facebook "controllati dagli Stati Uniti".

Lo ha detto il fondatore di Telegram, Pavel Durov sul suo account VKontakte. Lo riporta Interfax.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.