Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

STOCCOLMA - Il fondatore del sito Wikileaks, Julian Assange, è ricercato in Svezia dove è accusato di stupro. Lo si è appreso da fonti giudiziarie.
Il sito web Wikileaks è specializzato nella diffusione di documenti riservati. Assange era stato in Svezia la settimana scorsa e in una conferenza stampa a Stoccolma aveva annunciato l'intenzione di pubblicare altri 15 mila documenti militari confidenziali sulla guerra in Afghanistan.
Assange sarebbe ricercato con due accuse diverse, ma non è stato ancora reso noto il secondo capo di imputazione, dopo quello per stupro. E non si sa ancora se nei suoi confronti sia stato emesso un mandato di cattura internazionale.
Secondo il quotidiano svedese Expressen, uno dei capi d'accusa a carico del fondatore di Wikileaks sarebbe aggressione ad una donna.
Assange, trentanovenne australiano, è stato in Svezia la scorsa settimana.
Oggi non è stato ancora possibile contattarlo, ma uno dei suoi collaboratori, raggiunto telefonicamente in Islanda, ha detto alla France Presse che le accuse sono "false".
"Non era informato di tali accuse prima di leggerle stamani sul tabloid di destra Expressen", ha affermato Kristinn Hrafnsson, puntando il dito contro "potenti organizzazioni che vogliono fare del male a Wikileaks".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS