Nella migliore delle ipotesi l'insediamento della nuova Commissione europea slitterà di un mese e quindi non potrà avvenire prima di dicembre. E' quanto spiegano fonti europee dopo la bocciatura, da parte del Pe, anche della candidata francese Sylvie Goulard.

Secondo gli addetti ai lavori, salvo colpi di scena, l'appuntamento con il voto del Pe sulla nuova Commissione, inizialmente previsto per il 23 ottobre a Strasburgo, è quindi destinato a saltare perché non ci sono i tempi tecnici necessari per completare le procedure previste.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.