Navigation

Fonti Ue, S&P su Grecia? impatto rating sempre minore

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 agosto 2012 - 13:46
(Keystone-ATS)

Le decisioni delle agenzie di rating sui debiti sovrani hanno ormai un impatto sempre minore sui mercati rispetto all'inizio della crisi. È quanto spiegano fonti comunitarie dopo il taglio dell'outlook della Grecia da stabile a negativo da parte di Standard & Poor's.

Si starebbe quindi assistendo a uno scollamento tra le decisioni degli istituti di notazione e i mercati finanziari, che prima reagivano invece in modo marcato, con effetti visibili sullo spread. "L'impatto è meno grande che all'inizio della crisi, e questo lo abbiamo visto soprattutto nei paesi a tripla A cui è stato ugualmente abbassato l'outlook, che continuano a finanziarsi a tassi negativi", fanno notare le fonti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?