Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le decisioni delle agenzie di rating sui debiti sovrani hanno ormai un impatto sempre minore sui mercati rispetto all'inizio della crisi. È quanto spiegano fonti comunitarie dopo il taglio dell'outlook della Grecia da stabile a negativo da parte di Standard & Poor's.

Si starebbe quindi assistendo a uno scollamento tra le decisioni degli istituti di notazione e i mercati finanziari, che prima reagivano invece in modo marcato, con effetti visibili sullo spread. "L'impatto è meno grande che all'inizio della crisi, e questo lo abbiamo visto soprattutto nei paesi a tripla A cui è stato ugualmente abbassato l'outlook, che continuano a finanziarsi a tassi negativi", fanno notare le fonti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS