Navigation

Forte aumento del numero di rifugiati turchi in Svizzera

Dal tentato colpo di Stato contro il presidente Recep Tayyip Erdogan Erdogan, tre anni fa, 2800 turchi hanno chiesto asilo in Svizzera. Nei tre anni precedenti erano solo 1200. KEYSTONE/AP/SANTI PALACIOS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2019 - 09:56
(Keystone-ATS)

Dal tentato colpo di Stato contro il presidente Recep Tayyip Erdogan Erdogan, tre anni fa, 2800 turchi hanno chiesto asilo in Svizzera. Nei tre anni precedenti erano solo 1200.

Il numero di rifugiati turchi è quindi aumentato di circa il 130%, sottolinea oggi il domenicale "NZZ am Sonntag", che fa riferimento ai dati della Segreteria di Stato per la migrazione (SEM), in base ai quali in luglio la Turchia figurava al secondo posto nella lista dei Paesi di origine di tutti i richiedenti asilo in Svizzera.

Secondo la SEM, molti richiedenti asilo turchi sono molto ben documentati e per le loro procedure presentano numerosi documenti di prova. Si tratta soprattutto di sentenze di tribunali che provano che la Turchia li ha ingiustamente perseguitati e condannati. Per questo motivo, la Svizzera concede asilo a un numero di cittadini turchi superiore alla media. Il tasso di riconoscimento per l'anno in corso è del 62%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.