Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dovrà scontare 18 anni di reclusione per assassinio l'uomo giudicato dal Tribunale penale della Sarine per aver ucciso nel 2011 l'ex amica a Chénens (FR). Ritenendo la pena troppo pesante, l'avvocato del portoghese - che aveva 56 anni all'epoca del dramma - ha già annunciato l'inoltro di un ricorso.

Nella sentenza resa nota oggi, il Tribunale ritiene che l'uomo abbia abbattuto con premeditazione e con particolare assenza di scrupoli l'ex compagna di 53 anni, sparandole due colpi di fucile alla testa. La pena corrisponde a quella richiesta dalla pubblica accusa durante il processo svoltosi agli inizi di luglio.

Entrambi divorziati, i due si erano conosciuti nel 2008 ma si erano separati nel 2011, dopo che la donna aveva denunciato le violenze subite dal compagno. L'uomo, descritto come possessivo dai figli della vittima, avrebbe mal sopportato la separazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS