Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Centro Svizzero Islam e Società (CSIS) di Friburgo entra in una nuova fase, dopo un anno di attività sviluppata in modo progressivo.

A poche settimane dalla sua inaugurazione ufficiale, ha comunicato oggi l'offerta che sarà proposta in materia di formazione continua.

La cerimonia si svolgerà il 13 giugno e segnerà l'entrata in vigore degli statuti del centro. Dalla sua creazione nel 2015, l'istituto si è già profilato quale centro di competenza scientifica a livello nazionale. Rimaneva da concretizzare il settore della formazione.

Il CSIS ha pubblicato recentemente un rapporto sullo stato attuale delle formazioni in relazione con l'islam esistenti in Svizzera. Ha analizzato l'offerta e le necessità manifestate dalle comunità musulmane, lo Stato e i professionisti del settore. L'offerta di formazione (per musulmani e non) sarà articolata in due cicli.

Il primo sarà rappresentato da un'offerta in collaborazione con il servizio della formazione continua dell'Università di Friburgo: seminari di introduzione all'islam e ai musulmani della Svizzera saranno proposti ai professionisti di settori quali l'amministrazione, il lavoro sociale, la formazione, la polizia, le attività interculturali.

Un secondo , intitolato "Le organizzazioni musulmane in quanto attori sociali", proporrà fino a febbraio 2018 circa 25 atelier su temi quali la prevenzione della radicalizzazione, il diritto delle religioni, i generi e la sessualità, nonché la comunicazione. Questo programma è sostenuto dalla Confederazione.

Recentemente, il Gran consiglio friburghese ha dichiarato contraria alla Costituzione federale, perché discriminatoria, un'iniziativa dell'UDC che si proponeva di impedire le attività dell'istituto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS